blog

26giugno05

C’è anche la Timeline

  • 21/05/2019

    Il silenzio dello Spirito e la pornografia religiosa

    Il silenzio dello Spirito e la pornografia religiosa
    Dichiaro raramente di essere credente. Se mi viene chiesto espressamente, acconsento e spiego. Preferisco così, lo faccio per una forma di pudore ma soprattutto perché credo che la fede viva di silenzio, si mostri senza essere pronunciata, si esprima anzitutto nel mistero e lì, nell’indicibile, sia la sua casa. Se ci penso, ho almeno un […]
  • 18/05/2019

    49 milioni e una insegnante sospesa

    49 milioni e una insegnante sospesa
    Solo un regime può arrivare a sospendere una insegnante per 15 giorni solo perché i suoi studenti hanno associato in modo implicito e alla lontana le violazioni dei diritti umani ieri (le cosiddette “leggi razziali”) e oggi (il cosiddetto “decreto sicurezza”). Ricordo che quegli studenti non si sono formati su “Lotta Armata Leninista” ma sui […]
  • 06/05/2019

    Nel frattempo, sono qui

    Nel frattempo, sono qui
    Nel frattempo intorno a noi il mondo andava avanti. C’era chi sparava tra la folla del pomeriggio, c’era chi alzava muri e chi ne buttava giù, c’era chi con un gesto risolveva un conflitto. Noi, là. A Terezín abbiamo passato due giorni, ci siamo arrivati scivolando attraverso ai prati gialli di ravizzone, ci siamo arrivati […]
  • 27/04/2019

    Riconciliazione nazionale, secondo me

    Riconciliazione nazionale, secondo me
    (seconda postilla al 25 di aprile, con una piccola antologia di fesserie) Più di una voce in questi giorni mi ha chiesto conto della cosiddetta “riconciliazione nazionale”. Per riconciliazione nazionale s’intende solitamente qualcosa di fumoso e teorico, una specie di auspicabile pace tra chi vinse la seconda guerra e chi la provocò, in nome del […]
  • 26/04/2019

    La parola vacca, la parola fascismo

    La parola vacca, la parola fascismo
    (postilla al 25 di aprile) Ammetto subito una probabile critica: tra tutti i problemi, questo non è il più urgente da risolvere. Lo so, grazie. Ma vengo subito al punto. Ipotizziamo che un ciclista amatoriale, in uno dei suoi tour sulle colline e affrontando una ripida discesa a tutta velocità, dopo un tornante si trovi […]
  • 25/04/2019

    Il fiore del partigiano

    Il fiore del partigiano
    (Il mio discorso per la Festa della Liberazione – San Mauro Pascoli, 25 aprile 2019) Quale motivo ci ha portati qui? Quale decisione ci ha spinti a riunirci in questa piazza? E proprio oggi, per di più. Il sole di primavera che prima dell’estate sembra aver compreso come scaldarci senza farci male, i nostri passi […]
  • 10/04/2019

    Il passato ha bisogno di noi

    Il passato ha bisogno di noi
    “Balliamo sotto il patibolo” era una delle frasi più ricorrenti nel ghetto di Terezin, nella Boemia occupata dai nazisti, non lontano da Praga. Là dove decine di migliaia di ebrei furono rinchiusi per essere poi deportati coi treni fino in Polonia, verso lo sterminio, i nazisti crearono un esperimento di propaganda unico nel suo genere. […]
  • 03/04/2019

    Il tempo di Grazia

    Il tempo di Grazia
    (per Andersen di marzo 2019) Ovunque lei sia, so che non approva. Niente compassione, rimpianto, celebrazione. Forse neppure tristezza, perché la tristezza è una malattia che ti fa guardare all’indietro. Non so dove sia Grazia, ma so che il suo corpo dorme adagiato nel suo studio, al posto di un piccolo divano del quale nessuno […]
  • 19/03/2019

    Vera

    Vera
    «Devo partire anch’io.» Vera ha la voce di vetro.La prendo per un polso senza pensarci, ci guar­diamo e finalmente la vedo: c’è una farfalla dietro di lei, sbuca da un nascondiglio sotto una foglia, è una farfalla bianca come non ne avevo mai viste qui a Terezín, non ci sono farfalle nel ghetto ma sono […]
  • 17/03/2019

    Non è solo una parola

    Non è solo una parola
    Italiani mafiosi. E non sanno lavorare. Rumeni ladri e violenti. Musulmani pericolosi. Cinesi truffatori. E ce l’hanno piccolino. Centroafricani meglio per le misure ma sono spacciatori. Magrebini fannulloni. Tedeschi crucchi, brasiliani sfaticati e festaioli, statunitensi ciccioni guerrafondai… Ce la ridiamo in una classe di scuola a scherzare con le parole del razzismo in giro per […]
  • 16/03/2019

    Primo Levi a Fahrenheit

    Primo Levi a Fahrenheit
    Se vai in Olanda e compri una copia di “Het Achterhuis”, ossia il Diario di Anne Frank, troverai la quarta di copertina occupata da una frase di Primo Levi. Lui, Levi, tra gli individui che più hanno rappresentato la Shoah nel tempo è secondo solo ad Anne. Ma Anne in fondo vince facile: per tutta […]
  • 15/03/2019

    «Tu da quanto tempo sei ebraistico?»

    «Tu da quanto tempo sei ebraistico?»
    Me lo ha chiesto una ragazza di terza media. Così, a bruciapelo. Si è accorta della parola stramba solo all’ultimo momento e ha sorriso. Io anche. Ho provato a rispondere. Sono ebraistico da quando ho conosciuto un amico ebreo a dodici anni. Sono ebraistico da quando mi sono iscritto a Lingue Orientali a Venezia. O […]
  • 14/03/2019

    Le vittime di ieri e di oggi

    Le vittime di ieri e di oggi
    C’è un legame tra il destino degli ebrei di ieri e il destino dei migranti oggi? C’è qualcosa che permette a noi di dire con sicurezza “sono la stessa cosa, non permettiamo che la storia si ripeta”? Credo di no. Sistemare in due caselle vicine del nostro cuore la Shoah e i morti nel Mediterraneo […]
  • 13/03/2019

    Il segreto di Nohaila

    Il segreto di Nohaila
    È una cosa che non faccio mai, ma c’è sempre una prima volta. Quel che segue lo ha scritto Nohaila, una ragazza che abita a due passi da me: le ho chiesto il permesso di riscriverlo qui, e di ospitare le sue parole che sento forti e vicine insieme. Sono fiero di poche cose ma […]
  • 12/03/2019

    «Anne Frank conosce cose di me»

    «Anne Frank conosce cose di me»
    TITOLO: DIARIO AUTORE: Anne Frank. A cura di Matteo Corradini, traduzione di Dafna Fiano EDITORE: BUR Rizzoli Leggendo questo libro ho avuto la possibilità di incontrare Anne Frank, una ragazzina ebrea che, insieme alla sua famiglia e ad alcuni amici ebrei come loro, scappa dalla sua casa e va a vivere in un appartamento annesso […]
  • 11/03/2019

    Batti un cinque, Ginevra

    Batti un cinque, Ginevra
    «Sono stufa. Non possiamo capire sulla nostra pelle quello che è successo agli ebrei. Dobbiamo smetterla. Non possiamo provare quello che hanno provato loro. È impossibile. È una cosa troppo diversa, è troppo lontana noi. Noi stiamo così bene. Credere di capire davvero il dolore degli ebrei è vanitoso, da parte nostra. Tu cosa ne […]
  • 10/03/2019

    La nuda verità

    La nuda verità
    La Memoria è la cosa più giovane che abbiamo. I ricordi ci mettono di fronte agli anni che passano, all’anagrafe insopportabile delle nostre vite, al tempo che è trascorso. La Memoria no. È una scelta, e come tale è giovane, fresca e rinfrescante. Ci fa sentire vivi. Ci fa sentire uniti. Ci fa sentire giovani […]
  • 09/03/2019

    32 sentieri di amicizia

    32 sentieri di amicizia
    Mi piace quando mi chiamano perché “abbiamo trovato un libro ebraico e non sappiamo cosa sia”. Sono sempre pieno di curiosità e affetto per questi volumi del passato. È successo anche pochi giorni fa, e stavolta la sorpresa è stata tanta. Un Sefer Yetzirah! È un testo fondamentale della mistica ebraica. Me lo devo studiare […]
  • 08/03/2019

    Astori

    Astori
    A ottobre 2017, quando gli ultrà della Lazio attaccarono gli ultrà della Roma usando Anne Frank come un insulto (non mi pare abbiano imparato nulla da allora), reagimmo portando il Diario negli stadi. Lo facemmo con la FIGC, con il Ministero e con l’UCEI. A me toccò l’Allianz Stadium con la Juventus. Davide Astori, capitano […]
  • 10/01/2019

    Fu Stella, giornata di prove

    Fu Stella, giornata di prove
    Ed eccola lì. Stella si muove sul palco per la prima volta. E proviamo e riproviamo finché tutto funziona come vogliamo. Coreografie, la scena dei libri, le luci di taglio: oggi ragioniamo più sui movimenti che sulle parole. Stella balla con lo stesso vestito, ma siamo solo in prova: nel reading continuerà a trasformarsi. Vanno […]
  • 05/06/2018

    Il profumo dell’Eden

    Il profumo dell’Eden
    Esce fra tre giorni il mio nuovo libro. Lo pubblica la Giuntina nella storica collana “Schulim Vogelmann”. Non è un romanzo per ragazzi, né per adulti. È un saggio sulla mistica ebraica, mia vecchia passione dei tempi dell’università rispolverata negli ultimi anni in una ricerca… profumata. Il profumo dell’Eden è la storia degli odori e […]
  • 30/05/2018

    Il discorso per l’Andersen 2018

    Il discorso per l’Andersen 2018
    I DON’T NEED NO JEWELS IN MY CROWN Grazie. Credo di essere il primo Premio Andersen che ha nella motivazione la parola “acribia”. Questo mi onora molto. Non so che cosa voglia dire, ma mi fido. L’altro giorno in una scuola me l’hanno chiesto: credono sia una malattia. Ho finto che la fosse, e mi […]
  • 09/05/2018

    Andersen, 2018

    Andersen, 2018
    Tra due settimane mi verrà dato il Premio Andersen 2018. Me lo consegneranno quelli di ANDERSEN la rivista e il premio dei libri per ragazzi. Si sa, è il massimo riconoscimento in Italia per chi lavora nell’editoria per ragazzi. Le motivazioni del premio sono queste: «Per l’appassionata e competente opera di ricerca, approfondimento e divulgazione intorno […]
  • 22/12/2017

    Ai Jedi non date qualcuno da educare

    Ai Jedi non date qualcuno da educare
    Sono andato al cine a vedere “Gli ultimi Jedi”. Avevo letto che è molto amato da chi si avvicina da poco alla serie, e odiato da chi ha amato la prima trilogia. Dopo averne visti 8 + Rogue One, qualcosa da dire ce l’avrei. Soprattutto su come, lato oscuro o no, i protagonisti si comportano […]
  • 19/12/2017

    Patologia libri

    Patologia libri
    Secondo dati 2016, nel mio paesello sono stati spesi in un anno 12 milioni di euro in slot machine. Avete letto bene. 12.000.000. Fanno 1.600 euro a testa. Considerando che molta gente come me non gioca d’azzardo, possiamo immaginare quanto spendano le persone coinvolte. Ditemi che non è un’emergenza. Mi piacerebbe avere una bacchetta magica […]
  • 29/10/2017

    L’ultima volta che ho messo i piedi sul campo da calcio

    L’ultima volta che ho messo i piedi sul campo da calcio
    L’ultima volta che ho messo i piedi sul campo da calcio del mio paese, era trent’anni fa esatti. Avevo i guanti da portiere, le scarpe coi tacchetti, una maglia grigia di lana col numero 1. E molta paura nel cuore. L’ultima volta che ho messo i piedi sul campo da calcio del mio paese, Filippo […]
  • 24/10/2017

    Non siamo Anne Frank

    Non siamo Anne Frank
    Se una curva di ultrà razzisti (esistono curve di ultrà non razzisti?) usa Anne Frank per insultare gli avversari, la risposta non può essere “siamo tutti Anne Frank”. Anne Frank non è di tutti. Anne Frank è Anne Frank proprio perché non è di nessuno. Vestire ora Anne Frank con le maglie di tutte le […]
  • 04/10/2017

    Quanto costa essere buoni

    Quanto costa essere buoni
    Tempo fa in un incontro sulla Shoah avevo detto che oggi tante persone soffrono per motivi diversi ma in maniera simile a quanto soffrirono gli ebrei 70 anni fa. Avevo premesso che non c’è niente di nuovo nel mio pensiero ed è perfino banale dirlo. Un signore dal fondo della sala decise di contraddirmi spiegando […]
  • 26/09/2017

    Take a knee

    Take a knee
    Trovo sia di una bellezza difficile da descrivere il gesto degli atleti americani che s’inginocchiano per protestare contro il razzismo del loro presidente. Che li ha insultati («son of a bitch») e ha chiesto alle loro squadre di licenziarli. È tutt’altro che sottomissione. È “take a knee”, come dicono in USA, è “prendersi un ginocchio”. È […]
  • 28/08/2017

    La leggerezza di Dagmar

    La leggerezza di Dagmar
    Dagmar Lieblova è coetanea di Anne Frank. Deportata a Terezin, vi passa un anno mezzo. Poi Auschwitz. Poi Bergen-Belsen. Poi la liberazione e la scoperta che la sorella e i genitori non ci sono più, uccisi dai nazisti. Sto passando molto tempo con Dagmar, in questi ultimi giorni a Praga, perché insieme lavoriamo per il […]
  • 25/08/2017

    Il senso di tutto questo ricordare

    Il senso di tutto questo ricordare
    Stamattina abbiamo fondato l’Institut Terezínských skladatelů. Che in inglese, come vi dicevo, suona forse più chiaro: Terezín Composers Institute. Lo abbiamo fatto a Terezín, là dove avrà sede, e alla cerimonia hanno fatto da testimoni i rappresentanti delle ambasciate di Germania, Austria e Israele, nonché la sindaca di Terezín. Come si dice? Un “parterre delle […]
  • 23/08/2017

    Vivere e lavorare a Terezín

    Vivere e lavorare a Terezín
    Per qualche giorno da oggi mi trovate a Terezín. Vivo qui, dormo nella caserma Magdeburgo appena sotto il tetto, partecipo a concerti, cerco con altri studiosi di far compiere i primi passi all’Institut Terezínských skladatelů. Che in inglese suona forse più chiaro: Terezín Composers Institute. Vedremo. Il cielo sereno fa nascere intanto i pensieri migliori […]
  • 11/08/2017

    Sant’Anna di Stazzema, mille anni dopo…

    Sant’Anna di Stazzema, mille anni dopo…
    All’alba del 12 agosto 1944, truppe naziste insieme ai fascisti della brigata “Mussolini”, travestiti da soldati tedeschi (ma la gente li sente parlare italiano), salgono lungo il crinale del monte che porta a Sant’Anna di Stazzema e ai borghi vicini. Oggi c’è una strada piena di tornanti a strapiombo, dove la macchina sale a fatica […]
  • 13/07/2017

    Amleto atto terzo scena prima

    Amleto atto terzo scena prima
    Morire, dormire… nient’altro, e con un sonno dire che poniamo fine al dolore del cuore e ai mille tumulti naturali di cui è erede la carne: è una conclusione da desiderarsi devotamente. Morire, dormire. Dormire, forse sognare. Sì, qui è l’ostacolo, perché in quel sonno di morte quali sogni possano venire dopo che ci siamo […]
  • 22/06/2017

    La forza del galagone

    La forza del galagone
    Scrivo imboscato nella savana keniota mentre mezzo milione di diciannovenni piacentini e italiani sono alle prese con la prima prova scritta della loro maturità. Perché sono qui? Se non fate rumore, ché mi spaventate le bestie, ve lo svelerò. Mentre striscio silenzioso tra le fratte e occhieggio tra lunghi steli secchi, vengo a conoscenza delle […]
  • 12/06/2017

    Anne Frank, sulla soglia

    Anne Frank, sulla soglia
    Dov’è il tuo citofono, ora c’è scritto un altro nome. Sotto il citofono, sulla soglia della porta a vetri, si siede una ragazzina di 11 anni e guarda i suoi amici giocare. Ti ricordi? Passavo a suonare e chiedevo di te, poi via a correre con gli altri tutto il giorno, a nasconderci, a fare […]
  • 16/01/2017

    La città dietro l’angolo

    La città dietro l’angolo
    Tra Natale e capodanno si è spenta una giovane donna di etnia sinti, in una roulotte a Campremoldo Sotto. Se non fosse che il luogo dove Elisabetta ha chiuso gli occhi per l’ultima volta somiglia alla grotta di Betlemme ricostruita nei cento presepi delle nostre chiese, forse la notizia non sarebbe stata ospitata dai giornali. […]
  • 03/01/2017

    Le parole di Anne Frank

    Le parole di Anne Frank
    Oggi posso rivelare perché da tempo non escono libri miei. Non che se ne siano accorti in molti, ma io sì. Eccome. Per l’intero 2015 ho lavorato a un progetto difficile, che mi ha riempito di preoccupazioni e di attese: ho curato la nuova edizione italiana del Diario di Anne Frank, per Rizzoli. Fare il curatore […]
  • 28/12/2016

    Poveri sottili

    Poveri sottili
    È una concentrazione di correnti, una somma di colline e di venti, a portare qui la nebbia. La conosciamo bene, da novembre a febbraio è la più fotografata in città e ne fa talmente parte da spingerci a pensare che un paio di piazze, certi scorci e perfino alcuni palazzi siano stati pensati così tanto […]
  • 25/08/2016

    La generazione di Anne

    La generazione di Anne
    La famiglia tedesca Frank (Otto, Edith, Margot e Annelies Marie detta Anne) chiese disperatamente aiuto alle autorità USA perché accettassero la loro richiesta di emigrare sul suolo americano e salvarsi dalla persecuzione nazista contro gli ebrei. Non ottennero risposte, la loro richiesta non fu accettata. Era il 1941 e il resto della storia la conosciamo, […]
  • 26/07/2016

    Giustizia poi, giustizia prima

    Giustizia poi, giustizia prima
    Sul dopo pensavamo di essere pronti. Si fanno indagini. Spesso il colpevole viene preso, soprattutto se è un pesce piccolo. Il colpevole finisce in galera. Di fronte alla violenza di oggi, però, mi pare che i colpevoli pensino ben poco al dopo. Non lo pensano i maschi che uccidono la moglie, come credessero di farla […]
  • 22/07/2016

    Terrorismi

    Terrorismi
    Ci vogliono convincere che battere il terrorismo passi anche attraverso la sua introduzione nella normalità delle nostre vite, esattamente come avviene in altri luoghi del mondo. Come se la violenza fosse qualcosa che capita per forza, qua e là. Il ragionamento sembra semplice: i terroristi vogliono attenzione? Noi li releghiamo nella dimenticanza e ci attrezziamo […]
  • 22/07/2016

    Donne, dududù

    Donne, dududù
    Trovare donne implicate come assassine nelle sparatorie quotidiane in USA è molto difficile. Trovare anche solo una donna nelle fotografie degli scontri tra imbecilli (leggi: tifosi) a Marsiglia è quasi impossibile. Mi pare che il vero problema del presente non sia l’uomo in quanto umanità, ma l’uomo in quanto maschio.  
  • 22/07/2016

    Ciliegie

    Ciliegie
    Realtà virtuale? Social network? Mondo in rovina? Oggi ho visto due ragazze che rubavano ciliegie, e mi si è aperto il cuore…  
  • 15/11/2015

    Dispari – Di Paris

    Dispari – Di Paris
    Addolorati e interpellati dagli eventi drammatici accaduti ieri a Parigi, abbiamo sentito ancor più forte la responsabilità di ascoltarci, stringerci. Ieri alle ore 16 ci siamo trovati al Teatro Toselli di Cuneo. Hanno preso la parola gli autori francesi impegnati al festival, Jean-Paul Didierlaurent e Pef, con le istituzioni pubbliche. Il maestro Ramin Bahrami ha […]
  • 13/09/2015

    Terza notte coi volontari

    Terza notte coi volontari
    C’è quella canzone che parla di una ragazza. E in quella canzone la ragazza è una che è sicura che tutto quel che luccica sia oro. Ho sempre pensato di essere io, quella ragazza. Forse perché non riesco a pensare diversamente, ogni cosa che brilla ha in sé l’oro prezioso, ogni cosa che luccica possiede […]
  • 11/09/2015

    Seconda notte coi volontari

    Seconda notte coi volontari
    Quelli di Mestre… Ritorno a dormire per la seconda volta con i volontari, nella nostra casa palestra. Passeggio per le strade di Mantova al termine di una giornata di festival, quando la gente se n’è già andata, i luoghi degli incontri tacciono e il blu degli striscioni e dei totem attende di essere illuminato dalla […]
  • 10/09/2015

    Una notte coi volontari

    Una notte coi volontari
    Il primo resoconto sulla vita (notturna) dei volontari di Festivaletteratura realizzato dall’autore Matteo Corradini. Quest’anno al Festivaletteratura dormo in una stanza enorme. Da scrittore ospite ero abituato ai confort degli hotel di Mantova, ma a una stanza così spaziosa mai: le sue misure superano qualsiasi aspettativa, qualsiasi immaginazione di open space attrezzato, di camera da […]
  • 17/09/2014

    L’editore non esiste

    L’editore non esiste
    A un editore, mai mandare un manoscritto in inverno. Chi si accingesse a farlo, è bene sappia come funziona il riscaldamento dei grossi gruppi editoriali. Negli scantinati (anche se la parola più corretta sarebbe “sotterranei”) delle diverse sedi nelle città che conosciamo, sono montate grandi fucine e stufe ed enormi tubature e scarichi, soffietti, valvole […]
  • 11/08/2014

    Guardare con le orecchie

    Guardare con le orecchie
    Andersen – La colpa è del re Davide. Lui cantava le parole dei Salmi ma i Salmi sicuramente non li aveva scritti: era un interprete, un crooner senza microfono ma con una gran bella voce. E poi era il re, e un re con una cattiva voce non esiste, e se esiste nessuno di sicuro […]

Questo sito usa i cookie (anche di terze parti), per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare o cliccando su “accetta” ne consenti l'utilizzo. maggiori informazioni

Che cosa sono i cookie?
Un cookie è un piccolo file di lettere e numeri che può essere memorizzato sul tuo browser o sul disco fisso del tuo computer quando visiti il nostro sito web. I cookie contengono informazioni sulle tue visite al suddetto sito web.

Cookie di terze parti
Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (prima parte), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (terze parti). Esempi notevoli sono la presenza di “embed” video o “social plugin” da servizi di social network. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da terze parti è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Informative
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.

Twitter informativa: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security

Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato: https://www.google.it/policies/privacy/partners/
 
Come modificare le impostazioni sui cookie
La maggior parte dei browser permette di cancellare i cookie dal disco fisso del computer, di bloccare l’accettazione dei cookie o di ricevere un avviso prima che un cookie venga memorizzato. Come modificare le impostazioni per:
Google Chrome
Mozilla Firefox
Internet Explorer
Safari

Garante della Privacy sui Cookie: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884
Informativa e consenso per l’uso dei cookie http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939
Faq in materia di cookie http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939

chiudi